... & press enter to start

RECUPERARE I FILE CANCELLATI

Può accadere, magari per errore oppure volutamente pensando di non averne più bisogno, di cancellare un file che invece, guarda caso adesso, è diventato di fondamentale importanza.

La prima reazione è sicuramente questa: “ AIUTOOOO!!!!” dopo di che si cercano le soluzioni e queste, quasi sempre ci sono! Bisogna sapere innanzitutto che, quando si svuota il cestino, i dati non vengono eliminati anche dall’ Hard disk ed ecco perché c’è la possibilità di recuperarli.

Esistono dei programmi gratuiti e molto semplici da utilizzare che servono proprio a recuperare i file cancellati. L’unica cosa in cui dobbiamo veramente sperare è che, quella porzione di disco contenente quel file, non si sia già riscritta…in questo caso sarebbe proprio impossibile il ripristino dei vecchi dati, ecco perché è opportuno tentare il recupero il più presto possibile, proprio per evitare di sovrascrivere l’Hard disk.

Come dicevo, esistono diversi programmi di recupero file gratuiti e a pagamento, uno tra i più utilizzati e semplici (gratuito) è sicuramente RECUVA (per windows).

Con questo programma si possono ripristinare file cancellati da PC, da dispositivi di memorizzazione esterni quali Hard disk, chiavette USB o schede SD. Le probabilità di successo dell’operazione sono mostrate graficamente tramite tre icone: verde, arancio e rossa. L’icona verde è garanzia di successo al 100%, quella arancio rivela un probabile danneggiamento, se invece l’icona è rossa, significa che il file è irrecuperabile.

Vediamo qual è la procedura per utilizzare RECUVA. 

Dopo aver scaricato il programma (dal sito ufficiale), si procede con il DOWNLOAD (pulsante verde) e si clicca poi su PIRIFORM.COM. Avviata l’installazione del programma, si seleziona in basso a destra la lingua ITALIANO dal menù. Cliccando su NEXT, Sì, AVANTI, INSTALLA e FINE, il setup è completato.

Si apre ora una finestra, clicchiamo su AVANTI e selezioniamo il tipo di file che dobbiamo recuperare (documento, musica immagini ecc.) Clicchiamo ancora su AVANTI. Spuntiamo la casella in base alla posizione di ricerca del file. Clicchiamo ancora su AVANTI e poi su INVIA.

Quando la ricerca sarà ultimata, spuntiamo la casella accanto al file da recuperare. Clicchiamo su RECUPERA, selezioniamo la cartella in cui salvare il file e infine clicchiamo (per due volte) su OK per confermare. Ecco fatto, se tutto si è svolto correttamente, abbiamo recuperato i nostri dati!

Qui di seguito elencherò alcuni dei programmi per recupero file che si possono scaricare gratuitamente.

  • MINITOOL POWER DATA RECOVERY

Sua caratteristica principale: la velocità. Suo difetto: con la versione gratuita non è possibile recuperare più di un GB di dati.

  • WISE DATA RECOVERY

Si distingue per la sua semplicità.

  • GLARY UNDELETE

Buona interfaccia, semplice nell’utilizzo e veloce nella scansione.

  • PANDORA RECOVERY

Ha una procedura guidata (che non è poco) con scansione veloce e semplicità d’uso.

  • UNDELETE 360

E’ sicuramente meno veloce nella scansione del recupero dati rispetto ad altri programmi, ma molto accurato nella ricerca dei file.

  • RESTORATION

E’ un programma dalle dimensioni ridotte che permette quindi di essere scaricato anche su chiavetta USB.

Altri programmi: ADRC DATA RECOVERY TOOLS, FREE UNDELETE, PARAGON RESCUE KIT FREE e TESTDISK (anche per MAC e LINUX).

Un consiglio

Se pensate che uno di questi programmi vi potrà servire in futuro o comunque che per precauzione sia  auspicabile scaricarlo, fatelo ora, proprio perché, la sua installazione nel momento in cui dovete recuperare il file, potrebbe sovrascrivere il disco e quindi  inevitabilmente eliminare i dati preesistenti.

  • Obiettivo Stupire

    sito obiettivo stupire

    Sito dedicato ai nostri lavori fotografici.

  • Video subacqueo

TOP