... & press enter to start

COME FARE UN VIDEO

Come fare un video

Avete girato un video ma il risultato non vi soddisfa? Provate a leggere questi piccoli suggerimenti su come fare un video per migliorare le vostre prestazioni.

1. Parliamo dell’attrezzatura

Per ottenere ottimi risultati non serve per forza possedere una cinepresa, è sufficiente avere una fotocamera REFLEX predisposta per i video (altrimenti potete sperimentare anche con uno smartphone). Munitevi di uno o più microfoni con i quali dovrete registrare l’audio proveniente da una determinata direzione. Scegliete il microfono adatto a seconda delle esigenze:

  • Direzionale: per documentari e narrazioni,
  • A Spillo: ideale per interviste in quanto può essere indossato,
  • A Giraffa: per ampie inquadrature. È indispensabile l’uso di un treppiede per girare le scene “ferme”, procuratevene uno! Sono necessari faretti luci e filtri, sceglieteli in base alle scene che intenderete girare. Infine ,per l’editing ,avrete bisogno di un computer e del software adatto per elaborare il vostro video.

2. Scrivete un copione

A seconda del video che andrete a girare, potrebbe esservi d’aiuto scrivere una sceneggiatura. Pensate ad un racconto che illustri il contenuto del video , una traccia di riferimento o addirittura una vera e propria storia per inscenare un film. La sceneggiatura di un video è molto importante perché, oltre a darvi dei punti di riferimento , serve a definire chiaramente ciò che si intende comunicare.

3. Come usare la vostra videocamera

Per prima cosa tenete conto del fatto che, le tecniche di ripresa, seguono le stesse regole tipiche della fotografia (potete trovare in questo sito un articolo interessante: “Come scattare una buona foto”). Sarebbe opportuno conoscerle! Per realizzare un buon video dunque, è indispensabile conoscere le tecniche di base così da utilizzare al meglio il linguaggio televisivo che è composto dai seguenti elementi : Immagini , testo suono, editing. Inoltre, la padronanza della vostra videocamera farà sicuramente la differenza per quanto riguarda alcune funzioni che potrete usare quali, bilanciamento del bianco, controllo dello zoom, esposizione, profondità di campo, illuminazione, alta definizione, sonoro.

4. Provate a sperimentare

Potrete aver bisogno di diverse inquadrature per girare una scena, provate quindi a sperimentare: Inquadratura panoramica (per dare allo spettatore il senso delle grandi dimensioni) Inquadratura a media distanza (per riprendere scene quali eventi sportivi,cerimonie ecc.) Inquadrature in primo piano (particolarmente adatte per interviste o primi piani di persone o animali).Come detto in precedenza, l’uso del  treppiede è molto importante tuttavia, in certe situazioni può essere interessante “muovere” la videocamera per conferire energia alla scena, identificando per esempio un particolare momento emotivo. Provate dunque a sperimentare inclinando o roteando la videocamera per creare un filmato dinamico! Un’altra buona regola è quella di preparare sempre delle riprese dell’ambiente in cui verrà girato il video, queste infatti, potranno tornarvi utili per “staccare” dalla scena vera e propria o per inserirvi per esempio i titoli di coda.

Il vantaggio delle apparecchiature moderne, è quello di poter fare più riprese di una stessa scena per poi decidere in fase di editing quale sarà la migliore da usare, quindi, il consiglio è quello di abbondare per avere più margine di scelta, ricordatevi che non è indispensabile filmare tutto il video in un ordine preciso ma si possono inserire le scene al momento opportuno semplicemente, grazie al programma di MODIFICA VIDEO.

5. Una buona illuminazione

In linea di massima, se girate in esterno, scegliete le ore in cui la luce è migliore mentre, per quanto riguarda un interno cercate di usare la fonte luminosa più adatta per identificare la scena, per esempio, pensando ad  una scena comica, la luce dovrebbe essere intensa, al contrario di una situazione romantica in cui  è auspicabile usare luci soffuse e comunque puntate di lato o posteriormente. Potete posizionare faretti o filtri colorati, l’importante è creare la giusta atmosfera, perché l’atmosfera genera emozione e, un video emozionante è sempre un successo!

6. L’importanza dell’audio

Come abbiamo spiegato precedentemente, la scelta del microfono più adatto fa la differenza, l’audio infatti, deve essere sempre chiaro grazie ad un livello di registrazione soddisfacente, ma un buon microfono non basta. Pensate sempre al luogo in cui ambienterete il video e calcolate i problemi che ne potrebbero derivare, cercando eventualmente di insonorizzare un ambiente interno o di sfruttare a vostro vantaggio i rumori provenienti da un esterno. Sarebbe comunque auspicabile fare uso di effetti sonori (un buon programma per effetti speciali potrebbe essere per esempio AFTER EFFECTS, oppure su you tube trovate una raccolta di suoni completamente gratuita), in quanto migliorerebbero efficacemente la qualità del vostro video ( brusio di folla, pioggia, temporale, onde del mare ecc.), usateli sia in “primo piano” o come atmosfera generale di una scena.

7. Vai con la musica!

La scelta della musica per il vostro video è determinante! Può dare energia e ritmo laddove ci sia assenza di dialogo o creare una magica atmosfera in una scena romantica, ecco perché è indispensabile scegliere accuratamente la musica adatta. Anche in questo caso potete utilizzare la “Raccolta audio di you tube” per scaricare musica gratuitamente (importandola in una traccia audio del vostro programma), oppure potete avvalervi di compositori e musicisti interessati ad una collaborazione e  che “costruiranno” su misura la musica giusta per il vostro video.

8. Editing del video

Avete finito di girare, passate ora il video nel software del vostro computer usando il cavo in dotazione della videocamera. Ora potrete elaborare il video (editing) così che risulti fluido e comunque conforme alle vostre aspettative. Con WINDOW MEDIA MAKER o, per gli utenti un po’ più esperti “ADOBE PREMIERE” se utilizzate window, o  iMOVIE/ FINAL CUT se utilizzate mac, (oppure altri software presenti nel mercato) aprite il file del video. Cominciate ad analizzarlo togliendo le scene che non vi sono gradite e separate le “parti” spostandole nella Sequenza temporale, da qui , potete tagliare le estremità dei segmenti e tutto il materiale in eccesso. Usando inoltre gli Effetti di transizione del vostro programma,potrete sperimentare varie cose, tra cui dissolvenze e sottotitoli da inserire tra le varie scene, per dare al vostro video un’impronta professionale. Un consiglio, nello spostare le scene, fate in modo che la narrazione abbia sempre un senso, in pratica,come in un film, pensate di seguire un copione dove le parole ed i movimenti devono essere sempre in sequenza.  A questo punto con la funzione ANTEPRIMA del vostro programma, potrete analizzare la fluidità del passaggio tra una scena e l’altra, questo è un passaggio importante, dedicatevi con cura!

È chiaro che il vostro software è ricco di molte altre funzioni, prendetevi tutto il tempo per sperimentare!

9. Il risultato!

Analizzate adesso il vostro video, il risultato vi soddisfa? Se è proprio come lo volevate, cliccate sulla funzione SALVA per salvare il file del progetto, ( potreste comunque decidere anche in seguito di rielaborarlo )se invece pensate che il file sia definitivo, usate la funzione ESPORTA per creare il vostro video finale.

10. È così bello condividere

Masterizzate il vostro video con una unità DVR, fate delle copie su DVD e inviatele ai destinatari oppure caricatelo su you tube (e/o siti simili) per ottenere maggior condivisione. Un altro consiglio, se mettete il video in rete, non usate musica protetta da diritti d’autore (la regolamentazione in tal senso è ancora complicata!).

GRAZIE PER AVERCI DEDICATO LA VOSTRA ATTENZIONE E………BUON DIVERTIMENTO!

  • Obiettivo Stupire

    sito obiettivo stupire

    Sito dedicato ai nostri lavori fotografici.

  • Video subacqueo

TOP